unitalsi.info
uniltasi.it Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali  
HOME CHI SIAMO   •   VIVERE LA CHIESA   •   PELLEGRINAGGI   •   PROTEZIONE CIVILE VIDEO
  SERVIZIO CIVILE   •   ATTIVITA’   •   PROGETTI   •   FRATERNITA’   •   CONTATTI AREA UTENTI
         
 
ATTIVITA’
Volontariato al Salus
 
 
• Giornata Nazionale
• Le nostre campagne
• 110 anni Unitalsi
• Eventi UNITALSI
• Giovani in Cammino
• Volontariato al Salus
• L’Angolo di Ippocrate
• Ufficio Stampa
 
 
Android app on Google Play
 
 
 
 
 
Iscrizione Newsletter
Invia questa pagina
 Cerca nel sito
 
 
Volontariato al Salus
IL LIBRETTO SUL SERVIZIO HOSPITALITE’ A LOURDES
“Il Salus è la casa dell’Unitalsi a Lourdes”.

Su questa certezza, in questi anni abbiamo condiviso percorsi straordinari di “fraternità” che hanno reso ogni giorno di più il “Salus” come il “cuore pulsante” della associazione a Lourdes.  Oggi il servizio Hospitalitè è stato ripensato e, per certi versi, è stato riportato alle origini del progetto, per trasformare la preziosa presenza dei volontari in “luogo di accoglienza e d’incontro” dei soci Unitalsi, malati e volontari, nel Salus.

In allegato, dunque, trovate tutte le informazioni legate a questo servizio.

Leggere con attenzione queste indicazioni è il primo passo per cogliere il senso di questo impegno e per offrire il proprio contributo di carità affinchè il Salus possa essere sempre più “casa”, la “nostra casa”. 
IL LIBRETTO DEL SERVIZIO HCIDM IL LIBRETTO DEL SERVIZIO HCIDM
 
VOLONTARIATO AL SALUS: COS’E’, COME FUNZIONA E IL CALENDARIO DELLE DISPONIBILITA’

Per volontà di Antonio Diella nasce nel 2004 l’esperienza di volontariato nel nuovo Salus per l’accoglienza dei pellegrinaggi chiamata “Fraternità” del Salus.

Nel 2007 si avverte l’esigenza di rinnovare e promuovere il servizio della “fraternità” sotto una nuova veste, una nuova esperienza associativa: l’Hospitalité del Cuore Immacolato di Maria.

Nel tempo l’esperienza di stage si è sempre più limitata al servizio al Self, per coprire gli spazi di servizio indispensabili al funzionamento del Self Service in assenza di personale volontario del pellegrinaggio, contribuendo ad ad assottigliare sempre più la schiera dei volontari, qualificando “l’Arancione” come “umile servitore del Self”.

A 10 anni dalla sua fondazione, per recuperare l’esperienza e lo spirito iniziale dell’Hospitalité del Cuore Immacolato di Maria, è necessario che il Self sia affidato agli operatori del settore e che i volontari recuperino gli spazi all’interno del Salus riservati all’accoglienza.

Si tratta quindi di recuperare lo spirito e gli obiettivi iniziali del progetto!

Con la stagione 2017, a dieci anni dalla nascita dell’Hospitalité, l’UNITALSI propone un rilancio di questa esperienza e propone nuove formule di servizio e di formazione permanente.

> Non più “Arancioni”, ma semplicemente Unitalsiani in “divisa da viaggio” con un distintivo per potersi differenziare;

> Non più al Self, ma al servizio del pellegrinaggio e del Salus nella sua pienezza;

> Inseriti pienamente nel pellegrinaggio anche a livello celebrativo, approfittando dei momenti preghiera e di celebrazione proposti dal pellegrinaggio presente;

> Non più un modo per “venire a Lourdes in economia”, ma il voler prolungare l’esperienza del pellegrinaggio già vissuto o programmato, con la voglia di vedere Lourdes da un’altra angolatura;

Ambiti di servizio:

> TRANSIT ARRIVI E PARTENZE nei giorni di lunedì e giovedì per l’accoglienza e il saluto ai pellegrinaggi;

> SERVIZIO AI PIANI DI SOGGIORNO DEI MALATI per costruire relazioni coi volontari del pellegrinaggio in servizio ai piani;

> SERVIZIO ACCOGLIENZA E ANIMAZIONE NEL SALONE DEL PIANO TERRA per accogliere gli ospiti e nei momenti di maggior presenza costruire relazioni e dare ascolto;

> COORDINAMENTO ACCOGLIENZA E PARTENZA OSPITI NEL TRANSIT BOISSARIE essere figura di riferimento al momento della partenza e del rientro dei malati dalle celebrazioni;

> SERVIZIO SALA DA PRANZO MALATI DEL SESTO PIANO collaborare con i volontari del pellegrinaggio e il personale di coordinamento della casa;

> SERVIZIO DI SUPPORTO AI BAR DEI PIANI TERRA E PRIMO per dare supporto agli operatori già presenti nei momenti di maggior afflusso

> SUPPORTO NELLE SALE DA PRANZO DEL SELF per aiutare ed accogliere gli ospiti e curare l’ordine e la bellezza dei locali per una migliore accoglienza

Nuove proposte:

> Partecipazione alla Processione Eucaristica e Mariana del Pellegrinaggio;

> Presentazione dei nuovi servizi e definizione di un opuscolo dei servizi;

> Comunicazione dei servizi ai volontari tramite “la bacheca dell’Hospitalité”;

> La serata del racconto: il volontario condivide col gruppo le occasioni d’incontro, le esperienze di promozione umana e spirituale che ha vissuto durante questa esperienza;

> Il “Diario dell’Hospitalité”: una raccolta delle bellezze ;

> Il “Muro del Pianto”: una raccolta di suggerimenti e di occasioni di fraternità mancate.


Requisiti e modalità per svolgere il servizio
:

L’esperienza dell’Hospitalité è riservata ai soci Ospitalieri dell’Unitalsi che abbiano già programmato o vissuto il loro pellegrinaggio, con benestare del Presidente di Sottosezione e con “Visto” del presidente di Sezione; l’esperienza di stage deve durare otto giorni.

Il volontario organizza il viaggio di andata e ritorno a proprie spese
; se richiede un passaggio su un treno Unitalsi, in caso di disponibilità, versa una quota di 40€ alla Sezione per ogni tratta (andate e ritorno, N° 8 posti massimo per treno) e versa inoltre una quota di 20€ giornaliera per le spese di mantenimento.

Una nuova modalità per vivere questa esperienza è il «prolungamento del mio pellegrinaggio».

In
questo caso il volontario non riparte col suo pellegrinaggio (che avrà pagato nella sua totalità), ma prolunga la sua permanenza per un massimo di quattro giorni a titolo gratuito.

Le spese e l’organizzazione del ritorno in Italia al termine del suo breve stage, sono a suo carico. Dopo il quarto giorno di permanenza gratuita, il volontario che si fermasse per un periodo più lungo, deve versare 20€ al giorno, oltre a sostenere le spese di viaggio per il ritorno.

Lo stage deve diventare un’esperienza per tutti i volontari eletti ai vari livelli associativi durante il quinquennio di esercizio delle sue funzioni come Consigliere o Presidente. Le modalità di partecipazione sono analoghe a quelle previste per tutti i volontari.
 
Calendario 2017 del Volontariato al Salus Calendario 2017 del Volontariato al Salus
MODULO DI ISCRIZIONE 2017 PER VOLONTARIATO AL SALUS MODULO DI ISCRIZIONE 2017 PER VOLONTARIATO AL SALUS
SCHEDA DI VALUTAZIONE HOSPITALITE’ SCHEDA DI VALUTAZIONE HOSPITALITE’
 


 
 
     
  www.unitalsi.info Credits