unitalsi.info
uniltasi.it Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali  
HOME CHI SIAMO   •   VIVERE LA CHIESA   •   PELLEGRINAGGI   •   PROTEZIONE CIVILE VIDEO
  SERVIZIO CIVILE   •   ATTIVITA’   •   PROGETTI DI CARITA’   •   FRATERNITA’   •   CONTATTI AREA UTENTI
         
 
ATTIVITA’
Ufficio Stampa > Comunicati 2015 Pagina 59 di 114  Precedente  |  Successiva
 
 
• Giornata Nazionale
• Le nostre campagne
• Eventi UNITALSI
• Volontariato al Salus
• L’Angolo di Ippocrate
• Ufficio Stampa
• Comunicati 2016
• Comunicati 2015
 
 
Android app on Google Play
 
 
 
 
 
Iscrizione Newsletter
Invia questa pagina
 Cerca nel sito
 
 
Terra Santa, i medici Unitalsi alla Hogar Ninos De Dios di Betlemme

Lunedì 26 ottobre 2015, i 40 medici UNITALSI, impegnati in questi giorni in Terra Santa nel convegno medico-scientifico "Sulle tracce di Gesù Medico", visiteranno la casa di accoglienza "Hogar Ninos de Dios" di Betlemme, struttura che accoglie bambini e persone disabili a due passi dalla Grotta della Natività. La casa è stata ristrutturata grazie anche al contributo dell’U.N.I.T.A.L.S.I e oggi ospita 14 persone in modo stabile: 8 bambini, 4 giovani donne, 2 donne adulte.

Questa visita arriva al termine di una giornata dedicata dalla delegazione dei medici interamente a Betlemme. Questa mattina, infatti, è stata celebrata la Messa in una delle Grotte nei pressi della Basilica della Natività, dove don Decio Cipolloni, già assistente ecclesiastico nazionale U.N.I.T.A.L.S.I. e accompagnatore del gruppo in questo pellegrinaggio, ha fatto riflettere i medici U.N.I.T.A.L.S.I. sulla responsabilità del loro ruolo di operatori sanitari, specie nei momenti di difficoltà, quando da una loro decisione può dipendere la vita delle persone, alle quali sono chiamati a stare vicino, come i Re Magi, con compassione.

Nella giornata di ieri, domenica 25 ottobre 2015, invece, la delegazione si è recata presso il fiume Giordano per il rinnovo delle promesse battesimali prima di celebrare la suggestiva Messa nel deserto, dove è arrivata anche la pioggia, fenomeno davvero molto raro.

"Ogni tappa di questo pellegrinaggio – commenta Federico Baiocco, responsabile nazionale dei medici UNITALSI – si traduce in un’emozione diversa e in una riflessione profonda sul nostro ruolo di operatori sanitari e sulla nostra presenza qui in questi giorni. È stato emozionante vedere la presenza massiccia di fedeli che questa mattina attendevano di entrare nella Basilica della Natività, testimonianza di persone che non vogliono arrendersi alle difficoltà, affinché si smetta di riferirsi a questa terra con tanti nomi diversi, ma si torni a considerarla solamente la Terra Santa, luogo di fede e speranza". 
 
 
     
  www.unitalsi.info Credits