unitalsi.info
uniltasi.it Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali  
HOME CHI SIAMO   •   VIVERE LA CHIESA   •   PELLEGRINAGGI   •   PROTEZIONE CIVILE VIDEO
  SERVIZIO CIVILE   •   ATTIVITA’   •   PROGETTI DI CARITA’   •   FRATERNITA’   •   CONTATTI AREA UTENTI
         
 
ATTIVITA’
Ufficio Stampa > Comunicati 2015 Pagina 23 di 114  Precedente  |  Successiva
 
 
• Giornata Nazionale
• Le nostre campagne
• Eventi UNITALSI
• Volontariato al Salus
• L’Angolo di Ippocrate
• Ufficio Stampa
• Comunicati 2016
• Comunicati 2015
 
 
Android app on Google Play
 
 
 
 
 
Iscrizione Newsletter
Invia questa pagina
 Cerca nel sito
 
 
Il Giubileo della Misericordia a Lourdes, nelle parole di P. Nicola Ventriglia

A due settimane dall’avvio del Giubileo della Misericordia, abbiamo incontrato Padre Nicola Ventriglia, Cappellano coordinatore dei pellegrinaggi di lingua italiana del Santuario Nostra Signora di Lourdes, per farci illustrare cosa il santuario mariano sta approntando per accogliere i pellegrini, durante questo storico evento.

- Padre Nicola, ci spiegherebbe l’importanza di questo Giubileo della Misericordia voluto da Papa Francesco?

« La risposta è scontata e ce la fornisce lo stesso pontefice nella bolla d’indizione "Misericordiae Vultus". Il Papa spiega: "Ci sono momenti nei quali in modo ancora più forte siamo chiamati a tenere fisso lo sguardo sulla misericordia per diventare noi stessi segno efficace dell’agire del Padre. È per questo che ho indetto un Giubileo Straordinario della Misericordia come tempo favorevole per la Chiesa, perché renda più forte ed efficace la testimonianza dei credenti". È chiaro che il Santo Padre avverte, in modo forte, il rischio che noi, uomini e donne di oggi, possiamo avere un’idea sbagliata di Dio. Molte persone, compresi molti cristiani, vedono il Padre come un giudice severo, qualcuno che intende toglierci la nostra libertà. Dunque, Papa Francesco vuole farci riflettere, in modo più intenso, sulla reale essenza di Dio, quella che Gesù è venuto a raccontarci con la sua vita. Dio si era già raccontato con la storia di Israele, ma Gesù è venuto a mostrarcelo definitivamente. E tutti dovremmo ricordarcelo, non attraverso uno sforzo di memoria, ma spalancando il nostro cuore al Signore ».

- Perché venire presso il Santuario di Lourdes durante l’anno santo?

« Perché riteniamo che Lourdes sia un luogo privilegiato dove la misericordia si da e si riceve. Questo avviene attraverso le celebrazioni dei sacramenti, in particolare quello della riconciliazione, attraverso la preghiera, che a Lourdes è privilegiata e attraverso le processioni. Ma anche attraverso le presenza dei malati, questi fratelli che sono il segno della fragilità umana e, nello stesso tempo, ci permettono di osservare l’importanza che Dio gli riserva, attraverso le migliaia di volontari che prestano servizio al loro fianco ».

- Quali sono gli aspetti e le esperienze particolari che si potranno vivere nel santuario mariano nel corso del Giubileo straordinario?

« Durante l’anno avranno luogo tanti eventi diversi che sarebbe impossibile elencarli tutti. Chiaramente, importantissima sarà l’apertura della Porta della Misericordia, così come lo sarà l’11 febbraio, anniversario della prima apparizione della Vergine a Bernadette nella Grotta di Massabielle. Il 14 febbraio, festa di S. Valentino, sarà consacrato alle coppie, mentre il 4 e 5 luglio avrà luogo il Giubileo dei Sacerdoti. Il 24 aprile sarà la volta del Giubileo degli adolescenti e a fine luglio ci sarà il Giubileo dei Giovani, anche attraverso l’evento che ci vedrà accompagnare i ragazzi a Cracovia durante la 31esima Giornata Mondiale della Gioventù. Vi assicuro che l’agenda è molto fitta… ».

- Cos’è la Porta della Misericordia?

« La Porta della Misericordia è un segno che vuole aiutarci a riaffermare il primato di Dio su ogni cosa. Tutto ci è donato, noi non possediamo nè gli altri nè la Terra. Papa Francesco, auspicando l’apertura delle Porte della Misericordia nelle diocesi, invita tutti, ma proprio tutti, a vivere l’esperienza giubilare, ovunque ci troviamo. Qui a Lourdes l’abbiamo concepita all’altezza del Calvario Bretone, affinché il pellegrino possa effettuare un cammino verso la Croce, unica Porta possibile verso la Salvezza ».

- Come mai a Lourdes verrà aperta l’8 Dicembre, qualche ora dopo l’apertura della Porta Santa in Vaticano, mentre altrove questo avverrà soltanto il 13 Dicembre?

« Apriremo la Porta della Misericordia qualche giorno prima degli altri, perché l’8 Dicembre, oltre ad iniziare l’anno santo, è la festa dell’Immacolata Concezione e, come ben sappiamo, a Lourdes questa è una ricorrenza molto importante ».

PROGRAMMA DELLE CELEBRAZIONI A LOURDES - 7-8 DICEMBRE 2015

- 7 DICEMBRE

21:00 Processione aux flambeaux (annuncio della festa)

- 8 DICEMBRE
10:00 Messa Internazionale (basilica San-Pio X)
15:00 Apertura della Porta giubilare della Misericordia e lodi eucaristiche (basilica San-Pio X)
18:00 Recita del Rosario della Misericordia alla Grotta
21:00 Processione aux flambeaux 
 
 
     
  www.unitalsi.info Credits