unitalsi.info
uniltasi.it Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali  
HOME CHI SIAMO   •   VIVERE LA CHIESA   •   PELLEGRINAGGI   •   PROTEZIONE CIVILE VIDEO
  SERVIZIO CIVILE   •   ATTIVITA’   •   PROGETTI DI CARITA’   •   FRATERNITA’   •   CONTATTI AREA UTENTI
         
 
ATTIVITA’
Ufficio Stampa > Comunicati 2015 Pagina 19 di 114  Precedente  |  Successiva
 
 
• Giornata Nazionale
• Le nostre campagne
• Eventi UNITALSI
• Volontariato al Salus
• L’Angolo di Ippocrate
• Ufficio Stampa
• Comunicati 2016
• Comunicati 2015
 
 
Android app on Google Play
 
 
 
 
 
Iscrizione Newsletter
Invia questa pagina
 Cerca nel sito
 
 
Aperta a LOURDES la PORTA DELLA MISERICORDIA

Alle ore 11 di Martedi 8 dicembre 2015, Papa Francesco ha dato inizio al Giubileo della Misericordia, spalancando la Porta Santa di San Pietro. A quattro ore di distanza, Mons. Nicolas Brouwet, vescovo di Tarbes e Lourdes, ha aperto la Porta della Misericordia del Santuario Nostra Signora di Lourdes, accogliendo le migliaia di pellegrini accorsi, come ogni anno, da tutto il mondo per celebrare la solennità dell’Immacolata Concezione, a 161 anni dalla proclamazione del dogma del papa PIO IX. Il consueto appuntamento con i fedeli a Lourdes si è concentrato nelle giornate del 7 e 8 dicembre. Ieri sera, infatti, si è svolta la processione aux flambeaux, mentre la giornata di festa di oggi è iniziata con la celebrazione della Messa Internazionale nella Basilica di S. Pio X di questa mattina per poi terminare questa sera, con la tradizionale fiaccolata in onore di Maria. Tuttavia, l’evento che ha catturato l’attenzione generale è stata l’apertura della Porta giubilare, all’ingresso Saint Michel, che ha segnato l’inizio dell’anno santo nel santuario mariano. Giunti alla Porta della Misericordia, Padre André Cabes, rettore del Santuario, ha letto la parabola della "pecora smarrita", per poi lasciare la parola a Mons. Brouwet: «Oltrepassare questa porta significa che noi tutti permettiamo a Dio di entrare dentro di noi, significa passare attraverso Cristo per chiedergli di mostrarci la sua Misericordia. A volte, abbiamo delle ferite, delle fragilità e tutti, compreso me, abbiamo bisogno di lasciarci invadere dalla Misericordia. Abbiamo bisogno di lasciarci aiutare da Dio, così come fa il povero al bordo della strada, con il buon samaritano. Tuttavia, siamo anche chiamati ad offrire delle opere di Misericordia, corporali e spirituali, così come ci ricorda Papa Francesco nella sua bolla d’indizione Misericordiae Vultus. Allora, lasciamoci illuminare dallo Spirito Santo, lasciamoci condurre dal Signore e permettiamogli di entrare in noi per scorgere se non ci siano porte chiuse che siamo chiamati ad aprire». Il vescovo di Lourdes, subito dopo, ha varcato la soglia della Porta giubilare, per benedire l’acqua all’interno delle acquasantiere ai piedi del calvario bretone, seguito immediatamente dopo dai cappellani del santuario e dalla moltitudine di fedeli che non si son fatti scoraggiare dalla pioggia. Per ottenere l’indulgenza, i pellegrini dovranno attraversare la porta, confessarsi, pregare per le intenzioni del Papa e partecipare all’Eucaristia. Inoltre, potranno compiere opere di misericordia, di pietà o di penitenza. La carta delle credenziali sarà disponibile presso il Centro Informazioni del Santuario.

 
 
 
     
  www.unitalsi.info Credits