unitalsi.info
uniltasi.it Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali  
HOME CHI SIAMO   •   VIVERE LA CHIESA   •   PELLEGRINAGGI   •   PROTEZIONE CIVILE VIDEO
  SERVIZIO CIVILE   •   ATTIVITA’   •   PROGETTI DI CARITA’   •   FRATERNITA’   •   CONTATTI AREA UTENTI
         
 
ATTIVITA’
Ufficio Stampa > Comunicati 2016 Pagina 60 di 96  Precedente  |  Successiva
 
 
• Giornata Nazionale
• Le nostre campagne
• Eventi UNITALSI
• Volontariato al Salus
• L’Angolo di Ippocrate
• Ufficio Stampa
• Comunicati 2016
• Comunicati 2015
 
 
Android app on Google Play
 
 
 
 
 
Iscrizione Newsletter
Invia questa pagina
 Cerca nel sito
 
 
4 PELLEGRINI DA REGGIO EMILIA A PIEDI FINO IN VATICANO, OGGI DAL PAPA DOPO 400 KM
Sono quattro i pellegrini che hanno deciso di affrontare una vera e propria impresa in occasione del Giubileo indetto da Papa Francesco. Infatti, sono partiti a piedi il 30 aprile scorso da Castelnuovo ne’ Monti (Reggio Emilia) e sono arrivati a San Pietro Roma in occasione dell’udienza generale concessa dal Pontefice. Hanno percorso una media di 25-30 chilometri al giorno.

Sono Rino Paoli, Mauro Cervi, Ezio Razzoli e Marco Iori tutti soci dell’U.N.I.T.A.L.S.I (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali) sottosezione di Castelnuovo Nuovo ne’ Monti (RE) con il supporto tecnico del camper di Giorgio e Lidia Giampellegrini.

Alla partenza sono stati salutati dal parroco Don Evangelista Margini (Assistente Spirituale dell’U.N.I.T.A.L.S.I. sottosezione di Castel Nuovo ne’ Monti). Alle prime tappe si è unito anche il Sindaco di Castelnuovo ne’ Monti, Enrico Bini.

Nel percorso fino a Roma hanno trovato ospitalità nelle parrocchie disseminate sul tracciato della vecchia via Francigena.

“Abbiamo accolto oggi con una grande festa – spiega Alessandro Pinna, responsabile Giubileo per l’U.N.I.T.A.L.S.I. – questi quattro pellegrini speciali che hanno deciso di vivere un’esperienza di fede ed amicizia veramente unica. Un ritorno alle origini dei giubilei quando si arrivava a Roma solo a piedi”.

“In un certo senso – aggiunge Pinna – questa loro tenacia, il fare gruppo, rispecchia in pieno il carattere di noi unitalisani che non ci arrendiamo di fronte a nessuna difficoltà. Un grazie speciale a Marco Baroni che ha organizzato il tutto e ha reso possibile questa vera e propria impresa”. 
 
 
     
  www.unitalsi.info Credits