unitalsi.info
uniltasi.it Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali  
HOME CHI SIAMO   •   VIVERE LA CHIESA   •   PELLEGRINAGGI   •   PROTEZIONE CIVILE VIDEO
  SERVIZIO CIVILE   •   ATTIVITA’   •   PROGETTI DI CARITA’   •   FRATERNITA’   •   CONTATTI AREA UTENTI
         
 
ATTIVITA’
Ufficio Stampa > Comunicati 2016 Pagina 55 di 96  Precedente  |  Successiva
 
 
• Giornata Nazionale
• Le nostre campagne
• Eventi UNITALSI
• Volontariato al Salus
• L’Angolo di Ippocrate
• Ufficio Stampa
• Comunicati 2016
• Comunicati 2015
 
 
Android app on Google Play
 
 
 
 
 
Iscrizione Newsletter
Invia questa pagina
 Cerca nel sito
 
 
PAPA FRANCESCO ALL’UNITALSI, IL VOSTRO LAVORO E’ STRAORDINARIO

"L’incontro con Papa Francesco oggi, in occasione del Giubileo degli ammalati e delle persone con disabilità, è stato veramente speciale. Il Papa - e questo mi ha veramente commosso - mi ha detto che noi facciamo un lavoro straordinario ed unico accanto alle persone disabili e malate".

E’ quanto dichiara ANTONIO DIELLA, neo presidente nazionale dell’UNITALSI che ha salutato il Santo Padre al termine della celebrazione per il Giubileo degli Ammalati e delle Persone con Disabilità che si è tenuta oggi a piazza San Pietro.

"Le sue parole - aggiunge DIELLA - sono state per noi un grande riconoscimento, ma ci consegnano anche una grande responsabilità perché il Pontefice ripone una grande fiducia nella nostra Associazione. Da noi si aspetta il meglio perché ha visto in tutti gli unitalsiani uno strumento di misericordia per essere accanto con umanità e professionalità a tutte quelle persone , malate e disabili, che sono il cuore dell’UNITALSI".

"Oggi vorrei idealmente ringraziare - prosegue DIELLA - tutti i nostri soci perché con il loro lavoro quotidiano hanno costruito un’immagine viva e forte dell’UNITALSI. Il Papa ci vuole bene e questo credo che sia il più alto riconoscimento che possiamo desiderare".

"L’UNITALSI - conclude DIELLA - non è il presidente nazionale. L’UNITALSI è l’impegno quotidiano e spesso faticoso, ma gravido di bellezza, di tantissimi soci, spesso nascosti che vivono quotidianamente l’esperienza straordinaria della compassione e della tenerezza verso i più deboli e i più piccoli del mondo". 
 
 
     
  www.unitalsi.info Credits