unitalsi.info
uniltasi.it Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali  
HOME CHI SIAMO   •   VIVERE LA CHIESA   •   PELLEGRINAGGI   •   PROTEZIONE CIVILE VIDEO
  SERVIZIO CIVILE   •   ATTIVITA’   •   PROGETTI DI CARITA’   •   FRATERNITA’   •   CONTATTI AREA UTENTI
         
 
ATTIVITA’
Ufficio Stampa > Comunicati 2016 Pagina 45 di 96  Precedente  |  Successiva
 
 
• Giornata Nazionale
• Le nostre campagne
• Eventi UNITALSI
• Volontariato al Salus
• L’Angolo di Ippocrate
• Ufficio Stampa
• Comunicati 2016
• Comunicati 2015
 
 
Android app on Google Play
 
 
 
 
 
Iscrizione Newsletter
Invia questa pagina
 Cerca nel sito
 
 
DOMANI IL CONFRONTO TRA MARAZZITI, BUSSING E CHENDI SU “FEDE E MALATTIA”

Al convegno “Per-corsi tra scienza e etica per l’integrazione della persona” previsti anche gli interventi di Falabella e Maurizio.

Si apre domani, sabato 10 settembre 2016, alle ore 10, presso la sala convegni dell’NH Villa Carpegna Hotel, il convegno “Per-corsi tra scienza ed etica per l’integrazione della persona” organizzato dal Servizio Medico nazionale dell’U.N.I.T.A.L.S.I.

L’iniziativa è la fase finale di un progetto promosso e realizzato dall’U.N.I.T.A.L.S.I. (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali) con il Pontificio Consiglio della Pastorale per gli Operatori Sanitari e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ai sensi della Legge 383/2000- annualità 2014.

Il progetto si è articolato per tutto il 2016 con tre focus (10-13 marzo 2016, 14-17 aprile e 12-15 maggio 2016) dedicati ai volontari unitalsiani delle diverse macro-aree nazionali. Il piano di formazione ha previsto approfondimenti sull’identità e sul carisma dell’Associazione, sull’entità e le caratteristiche della malattia, la psicologia della malattia e del malato, la relazione tra fede e guarigione, la movimentazione del malato, il corso di primo soccorso, il corso BLSD e di psicologia dell’incontro con la persona malata. I focus sono stati arricchiti dai contributi di S. Pagliuca, C. Cilli, G. Gallo, S. Della Morte, M.M. Piga, S. Verbigrazia e M. Amicucci.

Il convegno che si apre domani, dunque, vuole essere la sintesi di un progetto innovativo lanciato proprio in occasione del Giubileo straordinario dedicato alla Misericordia che avrà come temi centrali: come potere migliorare l’accoglienza alle persone malate o con disabilità, su come formare un numero adeguato di volontari in ambito sanitario e psico-pedagogico e sulla guarigione secondo un’etica cristiana e su come contribuire all’inclusione della persona malata o con disabilità.

Si parte domani alle ore 10 con la prima sessione di lavori dedicata al tema “L’integrazione della persona”- coordinata da ORAZIO LA ROCCA, vaticanista di La Repubblica - con gli interventi di Roberto Maurizio, vice presidente nazionale dell’U.N.I.T.A.L.S.I., Federico Baiocco, Responsabile nazionale Medici U.N.I.T.A.L.S.I., Marzia Tanini, responsabile del progetto, Patrizio Pasqualetti, Direttore scientifico della Fondazione Fatebenefratelli, Padre Nicola Ventriglia, Coordinatore pellegrinaggi Italiani a Lourdes e Giuseppe Recchia, Vicepresidente di GlaxoSmithKline.

Nel pomeriggio dalle ore 15 la sessione di lavoro su “L’integrazione nel creato della persona sofferente” coordinata da Federico Baiocco, Responsabile Nazionale Medici U.N.I.T.A.L.S.I. alla quale prendono parte: Mons. Augusto Chendi, Sotto-Segretario del Pontificio Consiglio degli Operatori Sanitari, Vincenzo Falabella, Presidente Nazionale Fish Onlus, Mario Marazziti, Presidente della Commissione Politiche Sociali della Camera dei Deputati, Arndt Bussing, Professore presso Herdecke Universty (Germania) e Silvia Della Morte, psicologa e psicoterapeuta.

Domenica 11 settembre 2016 alle ore 8, invece, è previsto per tutto il gruppo il pellegrinaggio giubilare alla Porta Santa in San Pietro e la Santa Messa presso l’altare di San Giovanni Paolo II presieduta da Mons. Augusto Chendi, Sotto-Segretario del Pontificio Consiglio degli Operatori Sanitari.

“In un certo senso – spiega Roberto Maurizio, vice presidente nazionale dell’U.N.I.T.A.L.S.I. - questo percorso formativo che si conclude domani ci aiuta a trasformare al meglio la nostra Associazione in un <<ospedale da campo>> così come ci ha chiesto Papa Francesco. Un percorso non sempre facile che ci deve stimolare a mettere al centro di ogni nostra azione la persona umana con i suoi inalienabili diritti. Questo è l’unico metodo per essere dei veri messaggeri di misericordia”.

“Il nostro convegno – spiega Federico Baiocco, Responsabile nazionale Medici U.N.I.T.A.L.S.I. - arriva dopo un terremoto devastante che ci vede impegnati in prima linea a sostegno soprattutto delle persone più fragili e malate. Questa nostra presenza non sarebbe possibile senza i nostri volontari, in particolare quelli della sottosezione di Rieti, ma soprattutto se non ci fossimo posti il tema della formazione puntando a migliorare l’accoglienza delle persone malate o con disabilità e soprattutto su come formare un numero adeguato di operatori preparati in ambito sanitario e psico-pedagogico”.

“La presenza domani – conclude Baiocco – di grandi esperti provenienti dagli ambiti più diversi sia da quello istituzionale, ma anche ecclesiale e scientifico rilancia la necessità di un’alleanza per la promozione, secondo un’etica cristiana, della persona umana soprattutto se disabile o malata”. 
 
 
     
  www.unitalsi.info Credits