unitalsi.info
uniltasi.it Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali  
HOME CHI SIAMO   •   VIVERE LA CHIESA   •   PELLEGRINAGGI   •   PROTEZIONE CIVILE VIDEO
  SERVIZIO CIVILE   •   ATTIVITA’   •   PROGETTI DI CARITA’   •   FRATERNITA’   •   CONTATTI AREA UTENTI
         
 
ATTIVITA’
Ufficio Stampa > Comunicati 2016 Pagina 30 di 96  Precedente  |  Successiva
 
 
• Giornata Nazionale
• Le nostre campagne
• Eventi UNITALSI
• Volontariato al Salus
• L’Angolo di Ippocrate
• Ufficio Stampa
• Comunicati 2016
• Comunicati 2015
 
 
Android app on Google Play
 
 
 
 
 
Iscrizione Newsletter
Invia questa pagina
 Cerca nel sito
 
 
L’EUCARESTIA, CUORE PULSANTE DEL PELLEGRINAGGIO NAZIONALE

“L’Eucaristica è il cuore pulsante della nostra fede ed è il nutrimento della nostra esperienza di misericordia. Per questo la Processione Eucaristica, in occasione del Pellegrinaggio Nazionale Unitalsi, rappresenta il momento cruciale del nostro incontro con Dio: ciascuno porta se stesso, le sue fragilità, i suoi dubbi, le sue preghiere, perchè nel mistero dell’eucaristia ciascuno entra in contatto intimo con la verità più intima di Dio”. E’ quanto ha evidenziato Don Carmine Arice, Direttore dell’Ufficio Nazionale per la Pastorale della Salute della CEI e Assistente dell’Unitalsi Piemonte, commentando la Processione Eucaristica trasmessa in diretta da Lourdes su TV2000. Ricca, intensa e spiritualmente partecipata, la Processione Eucaristica ha visto l’Unitalsi tutta, sia quella presente a Lourdes e sia quella che ha vissuto questo momento in comunione spirituale, raccogliersi in preghiera per abbracciare la responsabilità dell’impegno del Vangelo da tradurre in gesti concreti a favore di chi è nel bisogno. “E’ questa la nostra storia – ha aggiunto don Carmine Arice – è questo il nostro carisma, è questa la certezza del nostro futuro associativo. Madre Teresa di Calcutta – la Santa che l’Unitalsi ha scelto come modello di carità al quale ispirarsi – rappresenta la guida ideale, perchè ha saputo riconoscere la grandezza dell’Eucaristia per fare grandi cose con gesti semplici”.
Anche questa celebrazione è stata caratterizzata da gesti semplici, ma significativi: il cammino del Santissimo è stato segnato da due ali di palme, a ricordare l’entrata di Gesù in Gerusalemme e dietro la grande sciarpa con i colori del saio di Madre Teresa che è stata posta sui gradini del Parvis è stata portata all’altare la Lampada dell’Unitalsi sulle note di Panis Angelicus cantata dal soprano Antonella Rondinone anche lei in pellegrinaggio con il gruppo di Matera.
Il momento di adorazione eucaristica è stato caratterizzato da un istante di silenzio assoluto dove la preghiera di tutti è salita al cielo ridando forza e motivazione ai partecipanti.
La Lampada che in questi due giorni ha dato luce a tutti gli Unitalsi al termine del Cammino della Misericordia arderà alla Grotta in segno di ringraziamento. 
 
 
     
  www.unitalsi.info Credits