unitalsi.info
uniltasi.it Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali  
HOME CHI SIAMO   •   VIVERE LA CHIESA   •   PELLEGRINAGGI   •   PROTEZIONE CIVILE VIDEO
  SERVIZIO CIVILE   •   ATTIVITA’   •   PROGETTI DI CARITA’   •   FRATERNITA’   •   CONTATTI AREA UTENTI
         
 
ATTIVITA’
Giornata Nazionale Pagina 3 di 5  Precedente  |  Successiva
 
 
• Giornata Nazionale
• Le nostre campagne
• Eventi UNITALSI
• Volontariato al Salus
• L’Angolo di Ippocrate
• Ufficio Stampa
 
 
Android app on Google Play
 
 
 
 
 
Iscrizione Newsletter
Invia questa pagina
 Cerca nel sito
 
 
GIORNATA DELL’ADESIONE: OCCASIONE SPECIALE PER RISCOPRIRE IL SENSO DELL’APPARTENENZA E DELL’UNITÀ

“Buongiorno a tutti. Già da ieri sera, con la messa vespertina, in alcune sottosezioni si è cominciata a celebrare la Giornata dell’Adesione. In molti luoghi quest’anno c’è una maggiore attenzione per questo momento di grande significato associativo. Oggi i componenti del consiglio direttivo saranno alla Giornata dell’Adesione in alcune sottosezioni che soffrono a causa del terremoto per testimoniare che l’associazione non si è dimenticata di loro”.

È questo il messaggio che il presidente nazionale dell’U.N.I.T.A.L.S.I. Antonio Diella rivolge a tutti i soci in occasione della Giornata dell’Adesione. Oggi Diella parteciperà a Porto Sant’Elpidio e a San Benedetto del Tronto a due momenti di condivisione e di festa con le popolazioni colpite dal terremoto di Camerino, San Benedetto del Tronto e dei comuni della provincia di Ascoli Piceno.

“Sarà bello - prosegue DIella - dare a tutti il senso dell’appartenenza e dell’unità. Chi rinnova l’adesione in Friuli o in Sicilia rinnova la sua scelta di fraternità con tutti i soci unitalsiani in qualunque parte d’Italia si trovino. L’associazione ora non è un guscio vuoto ma un guscio di comunione ferito. Abbiamo insieme la responsabilità di indicare un cammino di fiducia e di darci il tempo di far tornare i nostri soci a sorridere di gioia per l’appartenenza alla associazione”.
 

“Mi piace - conclude Diella - ogni volta, soprattutto quando mi sento un po’ triste per le parole eccessive di qualcuno e per la difficolta a vivere realmente la fraternità in questo cammino, ricordarmi queste parole del poeta T.S.Eliot che hanno accompagnato gli anni carichi di speranza della mia giovinezza:

«In luoghi abbandonati
Noi costruiremo con mattoni nuovi
Vi sono mani e macchine
E argilla per nuovi mattoni
E calce per nuova calcina
Dove i mattoni sono caduti
Costruiremo con pietra nuova
Dove le travi sono marcite
Costruiremo con nuovo legname
Dove parole non sono pronunciate
Costruiremo con nuovo linguaggio
C’è un lavoro comune
Una Chiesa per tutti
E un impiego per ciascuno
Ognuno al suo lavoro».

Diciamolo a tutti. Diciamolo innanzitutto al nostro cuore. Buona giornata della adesione!”.  
 
 
     
  www.unitalsi.info Credits