unitalsi.info
uniltasi.it Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali  
HOME CHI SIAMO   •   VIVERE LA CHIESA   •   PELLEGRINAGGI   •   PROTEZIONE CIVILE VIDEO
  SERVIZIO CIVILE   •   ATTIVITA’   •   PROGETTI DI CARITA’   •   FRATERNITA’   •   CONTATTI AREA UTENTI
         
 
FRATERNITA’
Fraternità WEB Pagina 3 di 47  Precedente  |  Successiva
 
 
• Il periodico Fraternità
• Fraternità WEB
• Archivio 2017
• Archivio 2016
• Archivio 2015
• Archivio 2014
• Archivio 2013
• Archivio 2012
 
 
Android app on Google Play
 
 
 
 
 
Iscrizione Newsletter
Invia questa pagina
 Cerca nel sito
 
 
BARLETTA: IL 14 NOVEMBRE, L’EVENTO "CHI DICE DONNA DICE DANNO", UNA CENA CON DELITTO... E SOLIDARIETA’
Una serata originale per raccogliere fondi a favore dell’Associazione. I partecipanti diventeranno degli investigatori.

Cinque potenziali assassine e un omicidio da risolvere... per beneficenza. È la Cena con Delitto dal titolo "Chi Dice Donna Dice Danno" che si terrà il 14 novembre alle ore 21, organizzato dalla sottosezione dell’UNITALSI di Barletta in collaborazione con MURDERS INN e il ristorante EL PIZZADOR (Via Don Michele Tatò 78, Barletta).

L’evento è un gioco teatralizzato che coinvolgerà tutti i presenti in veste di indagatori. I partecipanti saranno divisi in squadre da massimo quattro persone. Il loro compito sarà risolvere un increscioso e virtuale omicidio all’interno dell’UNITALSI, in cui sono implicate cinque donne. Il team degli investigatori ad avvicinarsi di più alla soluzione – indovinando colpevole, arma e movente – vincerà un percorso benessere. Ad aprire la scena sarà il funerale della vittima.

Il costo della cena è di 15 euro, e il ricavato sarà devoluto in beneficienza per le attività della sottosezione UNITALSI di Barletta.


“È una maniera diversa e originale per coinvolgere e sensibilizzare la cittadinanza al tema della solidarietà – afferma VALENTINA LOMBARDI, volontaria della sottosezione dell’UNITALSI di Barletta – per UNITALSI ogni occasione è buona per stare insieme, e la fantasia ci porta anche a svolgere questo tipo di attività intriganti e nuove, anche per i nostri ragazzi in difficoltà, che saranno coinvolti”. 

 
 
     
  www.unitalsi.info Credits