unitalsi.info
uniltasi.it Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali
Share |
HOME CHI SIAMO   •   VIVERE LA CHIESA   •   PELLEGRINAGGI   •   PROTEZIONE CIVILE   •   SERVIZIO CIVILE VIDEO
  ATTIVITA’   •   PROGETTI   •   FRATERNITA’   •   CONTATTI AREA UTENTI
         
 
PROGETTI
Bilancio Sociale
 
 
• Città dei Progetti 2014
• Volontari in Terra Santa
• Ciclopellegrinaggio
• Progetto Bambini
• Germogli DiVersi
• Fundraising Unitalsi
• Bilancio Sociale
• Arte fruibile da tutti
• Cuore di Latte
• Case Famiglia
• Case Vacanze
• Comunità per minori
• Prossimi al Prossimo
• Associazionismo sociale
 
 
Android app on Google Play
 
 
 
 
Iscrizione Newsletter
Invia questa pagina
 Cerca nel sito
 
 
Bilancio Sociale
Bilancio Sociale Unitalsi


Bilancio Sociale UNITALSI 2012 Bilancio Sociale UNITALSI 2012
 

Gli obiettivi perseguiti
L’UNITALSI ha inteso dotarsi del Bilancio Sociale quale strumento di comunicazione e gestione con cui evidenziare il "valore aggiunto" delle numerose iniziative intraprese dall’Associazione nelle sue 19 sezioni e 267 sottosezioni, che sono diffuse su tutto il territorio nazionale e concorrono a migliorare il quotidiano di tutti i propri soci.
L’UNITALSI con questo progetto ha voluto fornire ai propri dipendenti ed ai responsabili coinvolti nella gestione del bilancio finanziario, attraverso una logica di sistema, gli strumenti che hanno consentito a questi ultimi di redigere il Bilancio Sociale dell’Associazione.
L’UNITALSI con l’adozione del Bilancio Sociale è stata consapevole di avere:
- compiuto un’importante operazione di immagine e di sostanza per rafforzare la trasparenza che ha sempre caratterizzato le sue azioni;
- accresciuto il coinvolgimento di tutti i membri dell’Associazione, che sono diventati così attori e portavoce della cultura di riferimento;
- aumentato la consapevolezza sugli obiettivi strategici e quindi sugli obiettivi di processo, con indubbi vantaggi anche sul piano operativo;
- rappresentato e descritto, nel loro complesso, le attività dell’Associazione non soltanto da un punto di vista economico-finanziario;
- costruito una nuova cultura della rendicontazione, impostando un criterio di valutazione partecipata e consapevole, capace di accrescere la qualità gestionale di tutta l’organizzazione.

Le metodologie di intervento previste
Finalizzata alla strutturazione di un’efficace offerta formativa e di coinvolgimento del maggior numero di persone, anche in relazione alla dimensione e alle caratteristiche organizzative e territoriali dell’UNITALSI, l’attività di formazione è stata realizzata su base territoriale (Macroaree). In tal modo il progetto di formazione ha assunto una valenza maggiormente:

- strategica:
in quanto le nozioni sono state apprese a livello capillare, dalle risorse umane che operano nell’UNITALSI, sul territorio italiano a livello di Sezioni e non solamente all’interno della Presidenza Nazionale;

- partecipativa:
le lezioni svolte a livello regionale garantiscono infatti un numero non eccessivo di partecipanti. In questo modo, è stata favorita la comunicazione bidirezionale in aula, mediante domande e richieste di ulteriori e più approfondite spiegazioni, al fine di massimizzare la chiarezza dei concetti espressi.

L’attività formativa è stata rivolta alle risorse umane dell’UNITALSI (presidenti, consulenti dell’Associazione, responsabili, volontari, impiegati, delegati, ecc) secondo due livelli di azione complementari e finalizzati ad una massima diffusione del tema del reporting sociale:

- Il primo livello, per il gruppo responsabile del Bilancio Sociale, ha previsto una fase iniziale di studio e approfondimento della funzione del bilancio sociale e delle sue potenzialità, per poi passare, in una fase successiva, alla discussione della coerenza tra gli obiettivi posti con la realizzazione sociale e le scelte metodologiche, contenutistiche e comunicative.

- Il secondo livello è stato per tutti gli “addetti ai lavori”, cioè le persone che concretamente hanno redatto il bilancio sociale attraverso la raccolta dei dati e la stesura del testo. Essi hanno dovuto comprendere che la finalità del lavoro non sarebbe dovuta essere la semplice individuazione degli indicatori o l’elencazione dei progetti, ma la costruzione di un documento che avrebbe dovuto mirare a rendere conto del lavoro svolto e al contempo dialogare con i suoi destinatari. La scelta delle modalità comunicative è stata perciò di fondamentale importanza e quanto maggiore è stata la consapevolezza delle potenzialità del Bilancio Sociale, tanto maggiore è risultata l’accuratezza e la pertinenza del contenuto.
La formazione di secondo livello è stata articolata in una serie di seminari formativi organizzati e divisi in moduli, al fine di razionalizzare il percorso di apprendimento da parte dei partecipanti.

I contenuti di massima di ciascun seminario formativo sono stati pianificati come segue:

1. Introduzione al concetto di Responsabilità Sociale d’Impresa (RSI) e di Accountability non finanziaria

2. Il Bilancio Sociale: premesse e finalità generali del reporting

3. Il Bilancio Sociale nelle Associazioni di Promozione Sociale: finalità specifiche del reporting

4. Il Bilancio Sociale nelle Associazioni di Promozione Sociale: programmazione, costruzione, comunicazione, esempi concreti.

Unitamente al percorso di lezioni teoriche frontali sono stati realizzati anche:
- lavori di gruppo più pragmatici all’interno del seminario, che hanno visto i partecipanti, sotto la supervisione dei relatori, impegnati ad elaborare attivamente alcune parti essenziali del Bilancio Sociale.

Durata del progetto
Mesi: 12

Aggiornamento
Il progetto sta per concludersi e il 7 luglio sarà presentato il primo Bilancio Sociale prodotto dall’UNITALSI. Sin da ora siete invitati a partecipare. Potete scaricare il programma dell’incontro cliccando sul link a fondo pagina.

Bilancio Sociale realizzato all’interno del Progetto "Il bilancio sociale: un metro di misura del prodotto associativo", finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ai sensi della L. 7 dic, 2000 n.383 - Avviso pubblico del 30/7/2010

 
 
 
     
  www.unitalsi.info Credits